Io non ho mai provato Urrà!

Alla fine degli anni 80 comparve sugli schermi della tv commerciale questo spot. Il prodotto era Urrà Saiwa, un wafer ricoperto di cioccolato prodotto dalla Ferrero, oggi scomparso. L’attore non era famoso allora e non lo è oggi, se non in quanto interprete di questo spot. Lo spot, a modo suo, è un capolavoro. Almeno nel panorama rarefatto dell’advertising italiano di quegli anni. Per restare in casa Ferrero, di lì a poco sarebbero arrivati Ambrogio e i languorini della signora in giallo dei Rocher… un altro mondo! Anche nei casi più riusciti di spot umoristici di quegli anni, come ad esempio il grande pennello Cinghiale, le categorie erano quelle classiche della commedia, simili a quelle che si usavano nel Carosello di 20 anni prima. Qui all’improvviso cambia tutto. Entrano in gioco categorie nuove, il nonsense, l’assoluto disimpegno anche dal conformismo della battuta. Questo è un vero spot moderno, che sdogana in tv un sentire comune solo alle culture giovanili di allora, e in fondo anche di oggi. Uno spot, nella sua ingenuità disarmante, davvero onesto.

Lascia un Commento