Una società svedese sta cambiando il modo di confezionare il cibo

tomorrow

…è ragionevole che ci vogliono diversi anni per un cartone di latte a decomporsi naturalmente, quando il latte diventa acido dopo una settimana?

Chiunque si occupi di packaging non può ignorare le problematiche legate alla corretta gestione dei rifiuti. Una progettazione consapevole deve tenere in considerazione anche questo aspetto, che può contribuire a trasformare il semplice Food in Beautyfood. Per questo ci pare geniale e ricca di prospettive l’intuizione dello studio di design svedese Tomorrow Machine, con sede a Stoccolma e Parigi: progettare packaging alimentari che abbiano la stessa durata degli alimenti stessi e che come gli alimenti possano biodegradarsi in breve tempo. Semplicemente geniale!

Ecco l’intervista ad Hanna Billqvist di Tomorrow Machine.

Perché la vostra attenzione si è concentrata sugli imballaggi biodegradabili?
Uno dei maggiori problemi ambientali in questo momento è l’imballaggio alimentare a perdere e riteniamo che sia importante creare un’alternativa sostenibile a quello che c’è oggi sul mercato. Quando abbiamo fatto questo progetto ci siamo chiesti: è ragionevole che ci vogliono diversi anni per un cartone di latte a decomporsi naturalmente, quando il latte diventa acido dopo una settimana? “This Too Shall Pass” è una serie di confezioni di alimenti in cui l’imballaggio ha la stessa durata dei cibi che contengono, questa è la prossima generazione di packaging sostenibile.

Molti critici sostengono che questo concetto di packaging non è realistico. Ad esempio, il succo che scade creerebbe un pasticcio in frigorifero quando l’imballaggio si decompone. Come si fa a spiegare agli scettici che i prodotti non funzionano in questo modo?
Il progetto è realistico, tutte le tecniche utilizzate sono oggi disponibili. Che l’imballaggio del succo si debba decomporre causando perdite nel frigorifero è un equivoco. La confezione cambia aspetto e diventa più gommosa dopo alcuni giorni nell’ambiente umido di un frigorifero. Nei nostri test non abbiamo avuto problemi con la rottura dei contenitori.

Molte persone hanno dubbi circa i materiali degli imballaggi che interessano gli alimenti. Come si fa a proteggere gli alimenti da qualsiasi tipo di sostanza chimica che potrebbe essere nociva?
Le confezioni non contengono sostanze chimiche. Sono costituite da cera d’api, zucchero caramellato e gel di agar-agar, tutti ingredienti naturali che gli esseri umani hanno usato per centinaia di anni.

Il costo di produzione di imballaggi biodegradabili è economicamente sostenibile? Potrà incidere sul costo del prodotto alimentare?
Attualmente è troppo presto per rispondere, ma i materiali usati non sono costosi.

Quale impatto avrebbe questo tipo di imballaggio sull’ambiente?
Abbiamo progettato l’imballaggio in modo che dovrebbe avere un impatto minimo sull’ambiente. Non possiamo dire esattamente che tipo di impatto, solo che l’impatto è molto, molto più piccolo del tipo di imballaggi a perdere che è comune oggi sul mercato.

expanding_animation

Come funziona in pratica un packaging biodegradabile?
Il packaging e il suo contenuto lavorano in simbiosi. In questo progetto, ci chiediamo come l’imballaggio può essere realizzato in un prossimo futuro, con la tecnologia che è disponibile oggi. Nessuno dei packaging è disponibile per l’uso commerciale al momento, ma uno è nelle prime fasi di sviluppo di un marchio alimentare. A causa di motivi di riservatezza non possiamo dire di più. Per le altre due siamo ancora alla ricerca di partner che siano interessati a confezionare il loro prodotto in un packaging sostenibile innovativo.

Nel frattempo, stiamo lavorando su diversi progetti che coinvolgono sia l’imballaggio che il design del prodotto, sempre con un focus sulla sostenibilità. La nostra ispirazione è la buccia della frutta come esempio di Food Packages naturale. Quando abbiamo sviluppato i packaging abbiamo fatto tantissime di prove e ho visto come materiali diversi reagiscono l’un l’altro. Ad esempio, lo zucchero si scioglie nell’acqua ma non nell’olio, quindi lo zucchero è un materiale ideale per il confezionamento dell’olio. Per impedire che l’involucro di zucchero reagisca con l’umidità dell’aria, è coperto da un sottile strato di cera sulla parte esterna. Quando la confezione viene aperta, l’interno non protetto dalla cera viene a contatto con l’umidità. La confezione di zucchero si scioglie in pochi minuti se viene a contatto con l’acqua o in un paio di giorni a contatto con l’aria. L’imballaggio comincia a biodegradarsi nel momento stesso in cui viene aperto.

Lascia un Commento